Parole e scritture per costruire un santo. Sant’Antonio dei frati minori nei sermoni medievali (1232-1350)

Eleonora Lombardo
Collana
Centro Studi Antoniani - CSA
Edizione
1
Anno
2022
Pagine
XIV + 500
Formato
24 x 17
Illustrazioni
no
Tipo copertina
Brossura
ISBN
978-88-95908-24-3
Cod. CSA
CSA72
Lingua
Italiano - latino
Note

Nota:  L'acquisto on-line verrà gestito attraverso il sito LIBRERIA DEL SANTO. Il volume può essere richiesto anche direttamente al Centro Studi Antoniani inviando una email a info@centrostudiantoniani.it

Contenuto

Sommario in lingua italiana
Il volume presenta un’innovativa ricerca sui sermoni dedicati a sant’Antonio di Padova nel medioevo dalla canonizzazione del 1232 al 1350 circa. Attraverso lo studio di più di 200 sermoni sul Santo, il libro ricostruisce il percorso e le motivazioni che spinsero i frati minori e altri importanti esponenti delle istituzioni ecclesiastiche, tra i quali due cardinali, a diffondere la devozione per Antonio e a utilizzarne la figura per spiegare le funzioni dell’Ordine all’interno della societas christiana. L’introduzione e i sei capitoli del libro guidano il lettore alla scoperta dell’interpretazione che i frati davano al proprio ruolo alla luce delle virtù fondative del francescanesimo: umiltà, povertà, obbedienza. Il volume si conclude con un corposo repertorio di sermoni latini, per lo più inediti, testimoni della rapida e duratura fortuna della santità antoniana in tutta l’Europa medievale. Spaziando dalla storia dell’omiletica a quella dell’Ordine e della Chiesa, fino alla teologia e alla storia della cultura, questo ricco e suggestivo percorso costituisce un importante tassello per la ricostruzione dell’identità minoritica, attraverso la lente della predicazione su uno dei suoi santi più famosi, che ancora oggi conta milioni di fedeli in tutto il mondo: Antonio dell’ordine dei minori.

Sommario in lingua inglese
The book is an innovative research on the Latin sermons dedicated to Saint Anthony of Padua in the Middle Ages, from his canonization in 1232 to about 1350. Through the study of more than 200 sermons on the Saint, the book reconstructs the path and motivations that prompted the Friars Minor and other relevant members of the Church, such as two cardinals, to spread devotion to Anthony and to use his figure to explain the functions of the Order within the societas christiana. The introduction and the six chapters consisting the first part of the book lead the reader to find out interpretation that the friars gave to their own pastoral function in the late Middle Ages, in the light of the founding virtues of Franciscanism: humility, poverty, obedience. The volume concludes with a substantial repertoire of Latin sermons, mostly unpublished, which witness the rapid and enduring fortune of Antony’s holiness throughout medieval Europe. Ranging from the history of homiletics to that of the Order and of the Church, to theology to history of culture, this rich and suggestive route is an important piece for the reconstruction of Franciscan identity, through the lens of preaching on one of its most important saints, the one that even today counts millions of faithful around the world: Anthony of Franciscan Order.

INDICE
Prefazione, José Francisco Preto Meirinhos – Luís Carlos Amaral

Capitolo 1 - I sermoni su sant’antonio
1.1 Status quaestionis
1.2 Aspetti quantitativi
1.3 Provenienza
1.4 Epoca di composizione
1.5 Gli autori
1.6 I sermoni: strutture e modelli
Conclusioni

Capitolo 2 - Antonio e Francesco
2.1 Antonio figlio di Francesco
2.2 Antonio discepolo perfetto
2.3 Antonio e Francesco nel Trecento: due modelli di santità, due funzioni, un Ordine
2.4 Quando il figlio è fonte di gioia per il padre
2.5 Il cherubino
Conclusioni

Capitolo 3 - L’humilitas e il ruolo dell’ordine nello specchio dei sermoni su Antonio
3.1 Antonio “fratello piccolino”
3.2 Vbi est humilitas, ibi et sapientia: due declinazioni di una virtù
3.3 Sapientia humiliati exaltabitur caput illius: l’umiltà dei sapienti
3.4 “Minimus est cum patre nostro”: Antonio piccolissimo.
3.5 Vos estis lux mundi: Antonio fiamma di virtù
Conclusioni

Capitolo 4 - La questione identitaria: La paupertas nei sermoni su Antonio
4.1 Gli inizi: Giovanni de la Rochelle
4.2 Iste pauper clamavit
4.3 Vos estis sal terre: Antonio, la paupertas e Odo de Châteauroux
4.4 In lege Domini meditabitur: povertà, Regola e meditazione tra i compagni del beato Egidio
4.5 Sarà chiamato grande: la povertà come possesso di ciò che è necessario
Conclusioni

Capitolo 5 - Parigi, l’Università e sant’Antonio: sapientia, eruditio, praedicatio
5.1 Antonio predicatore gratiosus et utilis nei sermoni dei maestri parigini duecenteschi
5.2 Antonio sapiente tra i discepoli di Giovanni de la Rochelle
5.3 La predicazione su Antonio a Parigi: allievi e contemporanei dei maestri minoritici
Conclusioni

Capitolo 6 - Sapientia, paupertas, humilitas nel trecento
6.1 Antonio tra Spirituali e Michelisti
6.2 Derivare da Francesco, ma non del tutto: Antonio predicato nel 1310
6.3 Un testimone d’eccezione: Remigio de’ Girolami e la mendicitas
6.4 Glorietur frater humilis: fratello, umile e obbediente
6.5 Bertrando de la Torre: Antonio e il papato avignonese
6.6 Antonio immagine dell’unità e della pace
Conclusioni

Bibliografia; Repertorio dei sermoni su sant’Antonio di Padova; Indice dei manoscritti; Indice dei nomi di luogo e persona; Indice generale

This publication is funded with National Funds through the Fundação para a Ciência e a Tecnologia/Ministério da Ciência, Tecnologia e Ensino Superior (Foundation for Science and Technology / Ministry for Science, Technology and Higher Educaton - Portugal - FCT/MCTES), in the framework of the projects of the Institute of Philosophy (IF -UP, Ref. UIDB/00502/2020) and the Transdisciplinary Research Centre «Culture, Space and Memory» (CITCEM - UP, Ref. UIDB/04059/2020)

Recensioni

Routledge Taylor & Francis, 08/11/2023, on line
Osservatore Romano, 2/09/2023
Miscellanea Francescana, 123 (2023), fasc 1-2